Ciao!
io sono Cesarino

Un pò di storia

Nel pittoresco borgo di Luvigliano, frazione di Torreglia, si trova la bella Villa che prende il nome, come me, dal suo primo illustre proprietario, il pianista Cesare Pollini (1858-1912). La bianca e luminosa costruzione sorge tra i rigogliosi vigneti della collina e la si raggiunge tramite una stradina laterale della via che sale verso la chiesa parrocchiale, dirimpetto alla monumentale e nota Villa dei Vescovi. Ma anche dall’altrettanto pittoresca via Pollini da dove, attraversando il cancello principale, si accede allo splendido viale centrale. La bellezza del luogo e la posizione panoramica furono probabilmente i motivi che spinsero Cesare Pollini a tenere qui la sua residenza estiva.

Info Villa Pollini

Uomo di cultura e artista di gran valore, di sicuro trovò nel paesaggio euganeo l’ispirazione per le sue composizioni. La dimora fu per molti anni punto d’incontro dei più rinomati artisti veneti tra cui il famoso pittore Roberto Ferruzzi e l’ancor più conosciuto scrittore Antonio Fogazzaro. Un vero luogo di culto per gli amanti delle belle arti di fine ottocento e inizio secolo scorso.

La Villa ha una struttura a “L” con l’edificio padronale che si affaccia verso sud e gli annessi rivolti verso ovest. La parte padronale presenta la tipica struttura delle ville venete dell’ Ottocento, con un’architettura semplice e lineare, sviluppata su due piani, con una spaziosa sala di ingresso aperta sui due lati dell’edificio e a cui si accede tramite una porta decorata da un arco a tutto sesto in pietra.

L’elegante barchessa che si appoggia al fianco occidentale della casa è resa molto luminosa dagli ampi archi in mattoni che lasciano entrare la luce sul lato che dà sul parco interno. Un tempo questa struttura era utilizzata per lo stoccaggio dei raccolti agricoli e ospitava i contadini che lavoravano le terre dei proprietari. Oggi invece è adibita alla realizzazione di esclusive cerimonie e banchetti, così come il lussureggiante giardino all’italiana antistante la casa padronale. Nella bella stagione vengono organizzati anche concerti di musica classica, spesso in memoria di Cesare Pollini.

Attualmente la Villa ha tra le sue attività la produzione e la vendita di pregiati vini, con varie etichette DOC e DOCG. Offre inoltre la possibilità di soggiornare all’interno di alcuni appartamenti ricavati nelle adiacenze, ristrutturate con grande cura.

A memoria del primo proprietario, su una parete della villa si trova un’iscrizione che inneggia alle grandi doti musicali del famoso pianista:

“In questa villa, dai cocenti meriggi estivi al morir dell’autunno, per molti anni visse Cesare Pollini. L’avita nobiltà del suo spirito tradusse, rivelò, profuse in sublimi armonie.”